Macomerese – Macomer 1 – 2

Macomerese: Uda, Santoru, Milano, Pintori, Vinci, Cadoni, Serra, Campus, Betti, Casalunga, Fozzi. All. Giuliani.

Macomer: Pinna, Oggianu, Carta, Atzori, Aresu, Arzedi, Puggioni, Castia, Manca, Mura, Uras. Subentrati: Scanu, Caria. All. Baranta

Arbitro: Ortu di Cagliari

Reti: 18’pt Serra, 33’st Scanu, 40’st Uras.

Un’altra vittoria. Sospirata, attesa, sudata come non mai: il derby dello Scalarba è giallorosso grazie a due magie di Scanu e Uras nel finale. Inutile il gol nel primo tempo di Serra. Da segnalare la bellissima cornice di pubblico, che ha visto, ancora una volta (e non sarà mai abbastanza) entrambe le squadre ricordare Fabiano con uno striscione per parte. Bellissimo gesto che ci ricorda come, al di là del derby, c’è un lato umano fondamentale che va sempre tenuto a mente e ribadito con l’eleganza di questi semplici gesti che possono voler dire molto. Ancora, Ciao Fabiano.

Mi scuso con i lettori se non ho potuto seguire la partita per cause di forza maggiore. Il Macomer con tanti assenti soprattutto in difesa (Moro, Obinu e Doro) riesce comunque a portare in campo una formazione che, se sulle prime cede agli avversari, viene fuori soprattutto nella seconda metà del secondo tempo, quando inizia a subire meno e a presentarsi nei dintorni di Uda. L’ingresso di Scanu ha dato vivacità all’attacco; il gol del pari arriva da un’azione splendida del numero 15 che, servito in lob da Manca, salta due avversari e scaglia il tiro che Uda può solo toccare. Pochi minuti dopo il raddoppio: rimessa laterale battuta velocemente per Uras che si trova dietro la difesa biancoblù ma in posizione defilata. Non è un problema, evidentemente, per il nostro bomber che ci ha abituato a gol magici come questo, una bomba che lascia Uda senza scampo per la seconda volta. Festa enorme sugli spalti finalmente pieni, festa ovviamente solo nella nutritissima sponda giallorossa. Non manca la tensione nel finale di gara, con il Macomer che spaventa in contropiede e la Macomerese che cerca il pari senza impensierire troppo un Pinna apparso anche oggi in gran forma, come testimoniato dalle molte uscite risolutive di situazioni intricate. Grande partita di tutti, con Atzori che conferma di essere in grande crescita (oggi neanche ammonito!) e tutta la squadra che sta iniziando a dimostrare quanto vale. Sei punti in due partite, ora la classifica inizierà a sorridere di più. Domenica prossima, ancora allo Scalarba ma stavolta da padroni di casa, ci sarà la Folgore Mamoiada. Non serve dire nient’altro se non FORZA MACOMER!