Macomer – Folgore Mamoiada 1 – 0

Macomer (4-4-2): Pinna, Oggianu (24’st Chelo), Arzedi Mar., Atzori, Doro, Arzedi Mas. (13’st Castia), Puggioni (44’st Caria), Manca, Scanu, Mura, Uras. A disposizione: Galluccio, Barria, Arbau, Muggianu. Allenatore: Gigi Baranta.

Folgore Mamoiada (4-4-2): Zamburru G., Mele, Bindinelli, Paffi (1’st Zamburru R.), Dessolis, Ladu, Bonamici, Lostia (27’st Congiu), Fadda (1’st Sedda), Mulargia, Pinna. A disposizione: Sibilla, Diana, Ladu, Mele. Allenatore: Biagio Sanna.

Reti: Al 22’pt Uras.

Ammoniti: Oggianu, Atzori, Puggioni, Chelo, Paffi, Ladu, Mulargia, Pinna. Al 35’st espulso Ladu per doppia ammonizione.

Arbitro: Romano di Olbia.

Recupero: 0’pt, 4’st.

Note: Al 44’pt rigore fallito per la Folgore Mamoiada.

Tre di tre, la mischia non è gaia ma è comunque felice per il Macomer. L’aria di casa evidentemente fa bene ai ragazzi di Baranta che colgono la terza vittoria consecutiva allo Scalarba, sconfiggendo in maniera lucida e grintosa un Mamoiada mai domo ma non troppo pericoloso.

Al 3′ sono subito gli ospiti a rendersi pericolosi con una conclusione al volo di Bonamici, tentativo respinto. La partita si scalda  nei primi minuti: all’11’ Paffi e Ladu sono già ammoniti. Al 15′ arriva il primo squillo del Macomer: Massi Arzedi riceve e serve elegantemente Uras che può entrare in area e cercare il tiro che Zamburru respinge sui piedi di Puggioni che cerca il tap-in, la difesa mamoiadina ribatte, arriva ancora Arzedi e ancora la difesa si salva. Al 18′ Uras cerca la botta su punizione, palla fuori di pochissimo. Al 20′, il cross di Puggioni trova la respinta di Puggioni, palla che schizza e Arzedi non può ribadire in rete; ma è solo il preludio per il gol che arriva, con la bellissima firma ancora di Uras. Scanu se ne va sulla sinistra ed effettua un cross perfetto per il numero undici che, tutto solo in area, si inventa un colpo alla Carlo Parola per infilare Zamburru, il quale può solo toccare e vedere il pallone infilarsi in rete.

Il Macomer, meritatamente passato in vantaggio, tira fuori gli artigli. Il primo è Atzori che al 26′ viene ammonito e salterà la trasferta di Lula. Al 28′ gli ospiti provano a rifarsi avanti, ma Fadda cerca un pallonetto improbabile che si spegne sul fondo. Al 30′ Bonamici mette ancora in apprensione la difesa giallorossa: Oggianu lo ferma al limite dell’area e viene ammonito. La punizione da posizione pericolosissima viene battuta da Pinna, numero undici ospite, ma la palla è centrale e facile preda del Pinna nostrano. Al 35′ la risposta del Macomer: Arzedi crossa per Puggioni, l’ala macomerese si coordina bene ma il tiro è centrale e facile preda di Zamburru. Ma sul finale del primo tempo, è ancora il nostro Pinna a rendersi protagonista: il Pinna ospite cerca di superare in palleggio Doro, che tocca di mano procurando un rigore per la Folgore. Sul dischetto va Lostia, ma il suo calcio si spegne tra le braccia del numero uno macomerese che si tuffa sulla sua destra e permette alla squadra di chiudere il primo tempo in vantaggio.

La prima frazione di gara ha visto una partita nervosa e piuttosto aggressiva, come testimoniano i numerosi cartellini gialli spesi dall’arbitro Romano. Il Macomer ha comunque dimostrato di meritare il vantaggio giocando con precisione e concentrazione, nonostante la mancanza anche oggi di numerosi titolari (Moro, Carta, Obinu, Aresu). Gli ospiti mostrano problemi di incisività in attacco, e mister Sanna inizierà il secondo tempo con l’ingresso di Zamburru R. e Sedda che andranno a fare le punte, con Fadda fuori e Pinna spostato a sinistra.

Il secondo tempo si apre con Puggioni che serve Uras in area: la conclusione del bomber macomerese è però disturbata dall’intervento di Ladu e termina fuori. Al 13′ il primo cambio per il Macomer, con Castia che subentra a Massi Arzedi e va a posizionarsi sulla fascia mancina, con Puggioni che va sulla destra. Poco da registrare, a parte le ammonizioni per Pinna e Mulargia fra gli ospiti e Puggioni per il Macomer, e l’ingresso di Chelo per Oggianu. Al 25′ la partita si riaccende con una volata di Puggioni sulla sinistra, palla per Uras che controlla e conclude: Zamburru respinge dove c’è Scanu che di testa non riesce a ribadire in rete. Rispondono subito gli ospiti con una bella azione di Zamburru R. e Sedda, con quest’ultimo che cerca di scavalcare Pinna in pallonetto, ma la palla si adagia sulla parte superiore della porta. Subito dopo sono ancora le barricate mamoiadine ad impedire il gol giallorosso: Scanu ruba palla a centrocampo e serve Uras, tiro respinto dal portiere e sulla ribattuta ancora un salvataggio sulla linea.

Al 35′ Ladu viene espulso per doppia ammonizione: la conseguente punizione battuta da Marco Arzedi è parata da Zamburru con difficoltà; sul prosieguo dell’azione, ancora Arzedi mette dentro per Scanu che serve Uras, il cui tiro è debole ma velenoso e Zamburru può solo metterlo in calcio d’angolo. Al 44′ è Uras a mettere al centro per Mura, con Dessolis costretto a spazzare via senza troppi complimenti. C’è ancora tempo per un ultimo spavento, quando Sedda riesce ad infilarsi in area e a concludere alto da posizione molto ravvicinata.

Termina così, dopo quattro minuti di recupero, una partita nervosa che il Macomer ha, comunque, vinto con merito. I dodici punti in classifica, alle spalle della capolista Siniscola, raccontano di una squadra che sta crescendo e dimostrando le potenzialità per un campionato sicuramente più che dignitoso. Complimenti a tutti, anche perché la buona affluenza di oggi dimostra che (forse, incrociando le dita) sta tornando un po’ di entusiasmo e di affetto per la squadra. Domenica prossima si gioca alle 15 al Comunale S’Ena di Lula. FORZA MACOMER!