Fanum Orosei – Macomer 3 – 0

Fanum: Salis, Branchitta, Dettori, Angioi L., Sanna Chi., Carrone, Vacca (43’st n°13), Sanna Che. (45’st n°17), Angioi M., Spina, Sotgia (34’st n°18). Allenatore: Saporito.

Macomer: Pinna, Oggianu, Obinu (29’st Bosu), Atzori, Doro, Carta, Puggioni, Castia (3’st Mureddu), Penduzzu (3’st Scanu), Mura, Gaddari. A disposizione: Galluccio, Caria, Faggioni.

Reti: 21’pt e 26’st Sanna Che., 15′ Vacca.

Ammoniti: 15′ Puggioni, 40′ Oggianu, 5’st Mureddu, 6’st Sanna Chi., 14’st Gaddari, 36’st Dettori.

Espulsi: 41’st Oggianu.

Arbitro: Merella di Alghero.

Recupero: 2’pt, 0’st.

Brutto stop per il Macomer sul campo dell’Orosei, ma il risultato così netto non rappresenta al meglio una partita nella quale i padroni di casa sono stati più concreti e cinici nel capitalizzare le occasioni, ma che i giallorossi avrebbero forse condotto diversamente se non fossero stati penalizzati dall’espulsione probabilmente eccessiva di Oggianu alla fine del primo tempo. Il Fanum ha necessità di punti per tirarsi fuori dalla zona salvezza e mette sicuramente in campo più cattiveria, con l’arbitro che si fa trascinare dal nervosismo lasciandosi sfuggire la gara; al Macomer va il merito di averci sempre creduto fino alla fine cercando di imporre il proprio gioco, sebbene rischiando più volte il colpo del K.O. in contropiede.

Torna Obinu tra i giallorossi mentre manca, fra gli altri, Moro squalificato erroneamente dal giudice sportivo. Prima da capitano quest’anno per Atzori. La partita inizia subito su alti ritmi, all’8′ la prima occasione per i padroni di casa con Angioi che cerca di mettere dentro in rovesciata il cross dalla sinistra di Dettori. Risponde subito il Macomer al 12′ con Puggioni che trova spazio sulla destra e mette in mezzo, dove Gaddari però non riesce a controllare. Al 16′ ancora pericoloso il Fanum con una palla inattiva sulla quale Oggianu riesce a sbrogliare, successivamente Sotgia tira fra le braccia di Pinna. Al 21′ Macomer pericoloso con Carta che sull’angolo di Mura stacca benissimo ma il colpo di testa sfortunato sfiora la traversa; e nella più classica delle situazioni, il gol sbagliato è un gol subito e Sanna al termine di un’azione insistita riesce ad infilare da fuori area Pinna, incolpevole anche perché per un colpo subito si accascia a terra subito dopo il gol.

Il Macomer non ci sta e si getta in avanti: al 24′ incredibile l’occasione per Penduzzu che sul tiro sporco di Obinu non trova il tempo per deviare a porta vuota. Non stanno a guardare i padroni di casa che al 26′ vedono il cross di Vacca deviato provvidenzialmente da Oggianu in corner. Al 38′ prova Spina da fuori, il tiro smorzato trova Angioi tutto solo in area ma la sua volé è centrale. Ancora lo stesso spina al 39′ va in gol ma in posizione di fuorigioco, subito dopo però Sanna conquista palla ed entra in area trovando la pronta uscita di Pinna. Al 41′ la partita prende una brutta piega per il Macomer: il signor Merella ammonisce per la seconda volta Oggianu autore di un fallo veniale e nella stessa occasione allontana mister Baranta dalla panchina. Partita che si fa in salita per il Macomer che comunque, mai domo, al 45′ porta Gaddari a farsi spazio in area e a servire Penduzzu che viene fermato all’ultimo dalla difesa gialloblù.

Finisce il primo tempo con una certa tensione sugli spalti e in parte anche in campo, con il Macomer ferito dal gol subito e dall’espulsione che dovrà cercare di riorganizzarsi. Ad inizio ripresa usciranno Castia e Penduzzu per fare spazio a Scanu e Mureddu con Atzori che va sulla sinistra di centrocampo. Non cambia però l’andamento del match con il Fanum sempre pericoloso e il Macomer che cerca di costruire azioni da gol. Al 10′ Angioi serve in area Sotgia che sbaglia praticamente un rigore in movimento. Subito dopo lo stesso Angioi fa tutto da solo in contropiede ma sbaglia di fronte a Pinna. Risponde il Macomer con Puggioni che dalla destra mette al centro, palla che arriva a Mureddu ma Salis chiude lo specchio.Al 15′ il raddoppio di casa: sulla punizione di Sanna il Fanum gioca di sponda fino a portare Vacca solo davanti a Pinna, palla dentro e 2 a 0.

Si fa sempre più dura per i giallorossi, Scanu prova a scuotere la squadra al 16′ e al 22′ prima dalla distanza e poi con un tiro a botta sicura su cui Carrone salva in angolo. Padroni di casa sempre più pericolosi in contropiede, con Vacca che al 17′ fa tutto da solo ma sbaglia il pallonetto. Al 23′ è ancora Scanu pericoloso con i gialloblù che si salvano in corner, sul quale Mureddu viene anticipato un attimo prima di calciare a rete. Al 26′ partita chiusa: Fanum che attacca in superiorità numerica, palla per Sanna che firma la doppietta con un tiro dal limite dell’area che si insacca all’angolino basso alla destra di Pinna. I giallorossi nonostante tutto non si arrendono e cercano il gol, esponendosi al contropiede dei padroni di casa che non portano però al quarto gol. C’è tempo solo al 41′ per Mureddu che ha una buona occasione ma è ancora bravo Salis a negare la rete della bandiera.

Al 90′ il triplice fischio dell’arbitro sancisce la sconfitta per il Macomer che pur giocando bene si deve arrendere alla maggior concretezza degli avversari. Occasione mancata per fare compagnia all’Aritzo quest’oggi vittorioso a Ovodda e che, approfittando della sconfitta del Bonorva a Santa Giusta, si porta a un solo punto dalla capolista Siniscola fermata sul pari dall’Arborea. Si fa sotto la Macomerese in grande risalita, a soli 3 punti dal quarto posto occupato proprio dal Macomer. In zona salvezza classifica sempre molto corta con otto squadre in 4 punti e la Gesturese, sconfitta a Macomer, ancora ultima. Domenica prossima sarà ospite allo Scalarba il Bosa, squadra che sta disputando un buon campionato e che all’andata ha battuto il Macomer con un due a zero senza appelli. Come al solito servirà concentrazione, grinta e voglia di vincere. Quindi a domenica, ore 15 allo stadio Scalarba.. FORZA MACOMER!!