Macomer – Bosa 2 – 0

Macomer: Pinna, Moro, Carta, Atzori, Doro, Obinu (4’st Manca), Caria, Mureddu, Scanu, Mura (40’st Barria), Gaddari. A disposizione: Galluccio, Castia, Faggioni, Muroni. Allenatore: Baranta.

Bosa: Morittu, Zanza (47’st Carbonella), Solinas, Milia, Cossu, D’angelo, Pinna, Cubeddu, Spada (15’st Ruggiu), Fodde, Cesari (15’st Nieddu). A disposizione: Ibba, Frigau, Fara, Masala. Allenatore: Cesari.

Reti: 2’st Mureddu, 17’st Scanu.

Ammoniti: 10′ Cubeddu, 34′ Carta, 36′ Zanza, 46′ Doro, 24’st Cossu, 26’st Scanu, 42’st Mureddu.

Arbitro: Massa di Carbonia.

Recupero: 1’pt, 5’st.

La fitta nebbia scesa sullo Scalarba non impedisce al Macomer di risollevarsi dopo la brusca frenata di Orosei e di tenere il passo con la vetta della classifica. I giallorossi giocano una partita brillante con poche sbavature e domano un Bosa coriaceo ma poco pericoloso.

Il primo tempo annuncia subito una bella partita: al 4′ Mura batte una punizione che il Bosa gestisce male, la palla torna al numero 10 di casa che mette al centro con la difesa ospite ancora in difficoltà e Doro che cerca il gol ma trova una selva di gambe che respinge. Al 5′ la punizione di Mureddu è parata in due tempi da Morittu. Si vede il Bosa al 7′ con Fodde che recupera un pallone e mette al centro dove Moro è bravo ad anticipare Spada. Pericolosi gli ospiti al 14′ quando il lancio di Cubeddu buca la difesa e permette a Fodde di trovarsi a tu per tu con Pinna, la sua conclusione è però abbondantemente a lato.

Il Macomer si rianima al 26′ quando Mura lancia benissimo Scanu, Morittu sbaglia il tempo dell’uscita ma da posizione defilata il nostro numero 9 può solo cercare di mettere in mezzo dove però non c’è nessuno e D’angelo può liberare. Al 30′ Milia impensierisce Pinna con una punizione dalla destra che finisce di poco alta. Mureddu, ancora su calcio piazzato, risponde un minuto dopo costringendo Morittu alla parata in due tempi. Al 35′ ancora una punizione, stavolta è Cubeddu a crossare teso dentro l’area: Pinna respinge e Doro spazza. Mentre la nebbia scende rendendo difficile la visibilità dagli spalti, c’è tempo al 42′ per Gaddari che si avventa su un lancio appena troppo lungo di Mureddu e raggiunto il pallone cerca di metterlo in mezzo, si salva la difesa del Bosa.

Così si chiude un bel primo tempo nel quale le due squadre hanno cercato di portarsi in vantaggio, bene soprattutto Fodde – gol sbagliato a parte – per il Bosa e Gaddari molto attivo per il Macomer.

Non ci sono cambi e la seconda frazione di gioco si apre con l’esultanza dei giallorossi: Mureddu gira da fuori area di sinistro e batte Morittu. La gioia del numero 8 al primo gol in questa stagione porta la notizia della marcatura anche sugli spalti dove pochissimi erano riusciti a vedere il pallone entrare. Comunque sia il Macomer è in vantaggio e sul campo la nebbia non sembra creare problemi alle due formazioni in campo che continuano a lottare. Al 14′ la punizione di Milia dai 20 metri costringe Pinna alla parata in due tempi. Al 16′ il neoentrato Pinna si libera di un avversario e tira ma la conclusione è sporcata ed è facile preda del nostro portiere che fa partire subito il contropiede fulminante che porterà al 2 – 0: Mureddu taglia benissimo per Scanu che si trova davanti a Morittu e lo beffa con un tiro piazzato che si infila all’angolino.

Ritorno al gol, finalmente, per uno dei nostri bomber che torna ad essere decisivo dopo un periodo costellato di infortuni. Gli ospiti tuttavia non si arrendono: al 20′ Solinas, dopo aver spinto Atzori, colpisce di testa centralmente ed è facile per Pinna bloccare la sfera, che si ripete su Fodde al 26′, ma stavolta con un miracolo che nega un gol quasi fatto al numero 10 ospite. Lo stesso Fodde al 27′ si fa spazio in area ma conclude altissimo. Al 31′ Pinna gonfia la rete ma l’arbitro aveva già fischiato per un fallo degli ospiti su Carta. Al 32′ il contropiede del Macomer si fa ancora sentire, stavolta con Scanu che arriva sul fondo e mette dentro per Gaddari che però non può concludere e mette di prima al centro dove purtroppo non c’è nessuno.

Al 36′ il Bosa si produce in un’azione insistita: Pinna si fa largo a sportellate in area ma viene comunque chiuso dalla difesa di casa, palla per Fodde che cerca il cross ma la traiettoria è del tutto sballata. Ospiti che al 43′ reclamano il rigore per un fallo in mischia, azione che comunque prosegue e Pinna tutto solo trova la respinta ancora miracolosa del nostro numero uno. Si chiudono qui le speranze dei rossoblù della Planargia che anzi verso lo scadere rischiano di subire il 3 a 0 con Gaddari che in contropiede arriva in area e prova a servire Mureddu che viene anticipato per un soffio, palla ancora per Gaddari che prova a piazzarla all’angolino basso ma il tiro è fuori di pochi centimetri.

Il triplice fischio del signor Massa sancisce una vittoria decisamente meritata per il Macomer; ottimo l’esordio di Caria dal primo minuto e bentornato al gol anche per Mureddu che si sta confermando, così come Gaddari, agli ottimi livelli della scorsa stagione. I ragazzi di Baranta si confermano in piena corsa playoff e a soli tre punti dalla vetta dove ora si trova l’Aritzo vittorioso in casa sul Siniscola, ora secondo in classifica a pari punti con il Bonorva che ha travolto il Fanum Orosei. Dietro seguono solo l’Arborea e la Macomerese, sconfitta proprio dai gialloblù per una rete a zero. Dallo stadio Scalarba per oggi è tutto, la prossima partita sarà domenica 20 a Santu Lussurgiu contro il Monterra sconfitto oggi a Siniscola dalla Montalbo per 4 a 2; ovviamente questo non significa che sarà una passeggiata, anzi sarà come al solito una battaglia da vincere! FORZA MACOMER!