Macomer – Macomerese 0 – 2

Macomer: Pinna, Oggianu (1’st Obinu), Carta, Atzori, Arzedi II, Moro (15’st Galluccio), Arzedi I (1’st Aresu), Mureddu, Scanu, Mura, Gaddari. A disposizione: Caria, Puggioni, Barria, Penduzzu. Allenatore: Baranta.

Macomerese: Uda, Santoru, Vinci, Pintori, Usai, Cadoni, Bitti (2’st Casalunga), Figus, Betti, Lai (40’st Demurtas), Fozzi (17’st Serra). A disposizione: Falchi, Milano, Motzo. Allenatore: Giuliani.

Reti: 7′ Lai, 18’st Figus.

Ammoniti: 10′ Santoru, 39′ Atzori, 43′ Bitti, 10’st Arzedi II, 31’st Vinci, 47’st Figus.

Espulsi: al 45′ Santoru, 14’st Pinna, 36’st Arzedi II.

Arbitro: Leggieri di Oristano.

Recupero: 3’pt, 4’st.

Così non va. Il Macomer perde meritatamente il derby e rischia di perdere terreno con le tre di testa impegnate domani – Bonorva-Siniscola il match-clou. Macomerese che fa valere la sua maggiore esperienza e che, agevolata dal gol nei minuti iniziali, riesce a gestire bene una partita in parte rovinata dal terreno che, soprattutto nel corridoio centrale, ha reso spesso difficile il gioco.

La partita, come detto, inizia subito in discesa per i biancoazzurri: al 5′ una punizione dalla destra trova la testa di Pintore che colpisce di poco a lato. Al 7′ il vantaggio: Lai sbuca alle spalle della difesa, controlla e fredda Pinna per la festa dei tifosi ‘ospiti’. Lo stesso Lai sfiora il raddoppio due minuti dopo, ma Pinna è bravo nell’uscita al limite dell’area. Al 15′ il Macomer si fa vedere: Scanu tira in diagonale con Uda che respinge di piede, ne segue un parapiglia nell’area biancoazzurra ma Gaddari e Mureddu non riescono a ribadire in rete. Due minuti dopo la punizione di Scanu dai 25 metri non è abbastanza angolata per battere Uda. Ancora Macomer al 22′ con Moro che si libera di un avversario e serve Scanu, molto belli il controllo e la verticalizzazione per Gaddari ma palla leggermente troppo lunga. Subito dopo Gaddari crossa dalla sinistra per Mureddu che colpisce di testa, la palla resta in gioco ma la difesa della Macomerese riesce a liberare. Biancoazzurri che tornano in avanti al 25′ con Fozzi che controlla fuori area e si libera per il tiro che è però troppo debole. Di nuovo Pintore di testa, al 29′, cerca il gol ma la palla esce sopra la traversa; ancora al 31′ un calcio piazzato trova la testa di Fozzi che cerca il secondo palo ma trova solo il fondo. Macomer che si rianima al 37′ con la punizione a giro di Mura che aggira la barriera e sfiora il palo alla destra di Uda dando l’illusione del gol. Al 39′ una bella azione libera Arzedi I per il cross, Uda è lesto a spegnere in due tempi il pericolo. Al 45′ la Macomerese resta in dieci: Santoru già ammonito mette giù Scanu e l’arbitro lo manda anzitempo negli spogliatoi. Sul finale Gaddari su una punizione che è praticamente un corner corto impensierisce Uda che respinge in angolo.

Si chiude così la prima frazione di gara, con un Macomer che cerca, ma ancora senza risultati, un pareggio che finora si potrebbe dire meritato. Macomerese che negli spogliatoi cercherà di rinserrare le fila per portare a casa i tre punti.

Il secondo tempo si apre con l’ingresso di Aresu e Obinu per Arzedi I e Oggianu; per la prima palla gol bisogna attendere l’ottavo minuto, quando Scanu va via sulla destra e lascia partire un tiro verso il primo palo sul quale Uda è attento e mette in angolo. Sugli sviluppi del corner Gaddari recupera il pallone e lo rimette al centro dove Aresu cerca il gol di potenza trovando la testa di Usai che respinge. Risponde la Macomerese all’11’ con la bella punizione di Betti che trova Pinna pronto a bloccare la sfera. Sul rovesciamento di fronte è bravo Arzedi a superare due avversari al limite dell’area e a concludere, ma sulla traiettoria interviene Pintori che allontana il pericolo. Al 14′ ristabilita la parità numerica: Pinna esce sulla trequarti per fermare il lanciato Lai che lo anticipa, il portiere giallorosso tocca con la mano e Leggieri non può fare altro che estrarre il cartellino. Dentro Galluccio, all’esordio stagionale, e fuori Moro. Al 18′ l’episodio che decide definitivamente la gara: punizione da fuori area di Lai che cerca la deviazione vincente di un compagno, Galluccio sembra aver messo in angolo ma per Leggieri la palla è ancora in campo e Figus fa il tap-in vincente.

Il Macomer sembra abbattuto ma cerca di impostare una reazione: al 26′ Aresu va via bene sulla destra, ma il cross è preda di Uda che blocca in due tempi. Al 32′ Obinu scodella per Atzori che fa da sponda per Gaddari, il quale però non arriva sul pallone. Macomer che resta in nove uomini al 36′ quando Leggieri estrae il secondo cartellino giallo all’indirizzo di Arzedi; partita virtualmente chiusa, con la Macomerese che però non rinuncia ad attaccare e al 39′ preoccupa Galluccio con l’angolo di Casalunga, sul quale Betti di testa sfiora la traversa. Al 43′ il contropiede dei biancoazzurri che porta il neo-entrato Demurtas davanti a Galluccio, è bravo il numero 73 a respingere di piede il tentativo del centrocampista della Macomerese.

Finisce così, con la gioia della Macomerese e l’amarezza dei giallorossi, incappati in un vero e proprio periodo nero.

Così non va ragazzi. Ve lo dico con il cuore, e lo dico consapevole che lo sapete molto, molto meglio di me. Vi conosco e so quanto tenete a questa maglia e quanto impegno ci mettete per vincere ogni partita; e non sono nessuno per criticarvi. Tutto quello che posso e voglio fare è incitarvi e spronarvi a ritrovare quello smalto, quella brillantezza che vi ha fatto vincere tante partite e vi ha portato ad avere i 33 punti, tutti meritatissimi e sudati, che avete in classifica. In un campionato ci sono momenti luminosi e momenti bui, ho festeggiato con voi tante volte e con voi sono – e come me tutti i tifosi e i seguaci del blog – anche nelle sconfitte più cocenti come quella di oggi. Nel gruppo, oltre che nella qualità dei singoli, dovete trovare la forza di reagire. Noi crediamo in voi: e anche voi non dovete smettere di crederci. Grazie comunque di tutto e sempre FORZA MACOMER!