Borore – Macomer 0 – 0

Borore: Demuru, Demartini, Porcu A. (44’st Porcu G.), Fadda, Porcu P., Zaru (3o’st Soru), Niola, Pilu (27’st Loddo), Campus, Sini, Porcu F. A disposizione: Tola, Deriu, Urru, Usai. Allenatore: Mureddu.

Macomer: Pinna, Moro, Obinu, Atzori, Doro, Carta, Chelo (44’st Delpiano), Penduzzu, Uras (32’st Puggioni), Mura, Gaddari (11’st Mureddu). A disposizione: Galluccio, Arzedi, Barria, Muggianu. Allenatore: Baranta.

Arbitro: Piras di Alghero.

Recupero: 1’pt, 3’st.

Un punto che non serve a nessuno. Il Macomer soffre un Borore generoso e affamato ma con poca precisione in zona gol, e si porta a trentotto punti, salvezza raggiunta ma playoff forse ormai troppo lontani. Manca Scanu, ma torna Uras dal primo minuto. Partita che sarà però tutta appannaggio della squadra di casa.

Bisogna aspettare il 17′ per la prima occasione, quando Pasquale Porcu verticalizza per Sini, il tocco del numero 10 in blu viene però smorzato e poi bloccato da Pinna in uscita. Un minuto dopo la rimessa lunga di Campus, sulla quale Moro si avventa anticipando l’avversario e sfiorando l’autogol. Al 25′ Fabio Porcu raccoglie la respinta di Doro e tira, Pinna riesce a respingere. Ancora Fabio Porco al 29′ trova il cross di Niola, ma non supera Carta che sbroglia. Al 30′ Campus va sia sulla destra, si accentra cercando il fondo e conclude sull’esterno della rete; ancora lo stesso Campus al 32′ fa sua la fascia destra e crossa, Pinna esce e respinge, poi Sini cerca la rovesciata sulla quale Porcu è in fuorigioco. Al 37′ il primo sussulto giallorosso: Gaddari fa da sponda per Uras che supera Demuru e segna, mentre l’arbitro fischia però un fallo in attacco. Riprende così l’assalto bororese, con Porcu che al 40′ si libera per il tiro dal limite, fuori di poco, e al 42′ crea scompiglio in area partendo dalla sinistra, ma la difesa riesce a contenerlo. Al 43′ è Campus a calciare fuori di poco su una punizione dalla sinistra. Si chiude così il primo tempo.

Nella ripresa la musica, purtroppo per il Macomer, non cambia. Borore che arriva sempre su tutti i palloni e crea tanto gioco, mancando però l’affondo decisivo. Al 4′ Obinu è costretto a sfiorare l’autogol per anticipare Sini al centro dell’area. All’ottavo minuto l’occasione forse più netta per i padroni di casa: Niola calcia al volo da destra, il tiro è insidioso ma Pinna si supera in tuffo e respinge. Pericolosi ancora i bororesi al 17′ quando Obinu salva su un cross pericoloso di Fabio Porcu, e al 22′ quando Pilu su punizione trova la testa di Niola che però colpisce alto. Al 24′ Mureddu in contropiede apre bene per Penduzzu sulla sinistra, l’ala giallorossa si allunga appena il pallone e l’azione si conclude con un nulla di fatto. Borore che si scuote subito e al 29′ imbastisce un contropiede che porta Loddo davanti a Pinna, da fuori area il neo-entrato tira abbondantemente fuori. Al 30′ Mura lancia bene Uras che controlla ma viene fermato da Demartini, sulla palla va Chelo che tenta il tiro alto di poco. Al 42′ Mureddu trova ancora Penduzzu, stavolta sulla destra, ma lo scatto viene vanificato dall’intervento della difesa di casa che mette in angolo. Nel finale, dopo il contropiede di Sini che cerca l’accorrente Soru con una palla di poco troppo lunga, occasione per l’esordiente giallorosso Delpiano che si invola verso Demuru ma, complice anche il terreno non in ottime condizioni, viene fermato dalla difesa bororese.

Un vero peccato per il Macomer che, nella giornata in cui il terzetto di testa frena (Aritzo battuto ad Arborea, Bonorva e Siniscola fermate sul pari da Montalbo e Monterra), poteva rosicchiare un po’ di punti in zona playoff. Con altre cinque partite da giocare, la matematica non ha ancora emesso nessun verdetto; domenica allo Scalarba arriva l’Arborea lanciatissimo. FORZA MACOMER!!!!