Fanum Orosei – Macomer 4 – 0

Macomer: Lento, Marongiu (38’st Ghiani), Arzedi II, Caria, Morittu, Demartis, Muscau, Mureddu, Barria (14’st Chelo), Biancu (25’st Palmas), Uras. Allenatore: Atzori.

Arbitro: Federico Cosseddu di Nuoro.

Reti: 30’pt, 8′, 25′ e 39’st.

Poco da dire su questa sconfitta, che interrompe la striscia di cinque vittorie consecutive, se non che è stata più plateale nel risultato che non nell’andamento della gara, che ha visto il Macomer provare a giocarsela nonostante le tantissime assenze. E’ infatti la giornata che segna l’ottimo debutto da titolare del giovanissimo Luca Marongiu, e dell’esordio in corso d’opera anche per Palmas e Ghiani. Peccato per loro esordire in una partita difficilissima contro una corazzata decisa a non farsi scappare il Posada e a tenere a distanza la Macomerese.

La cronaca della gara è quella di una partita abbastanza equilibrata fino al 28′, quando i gialloblu finalizzano un perfetto contropiede con un piatto destro che si stampa all’incrocio. Il gioco della Fanum è veloce, preciso e fatto di tanti cambi di gioco: nella prima frazione c’è tempo per i padroni di casa per sfiorare il gol al 43′ (rasoterra potente che trova Lento prontissimo) e una mezza rovesciata allo scadere che sfiora l’incrocio.

Sembra invece più positivo il secondo tempo, che si apre con un colpo di testa al 3′ di Demartis che per poco non trova la deviazione vincente. La Fanum capisce che è il caso di accelerare e raddoppia all’ottavo minuto sfruttando un corner meglio di quanto abbia fatto il Macomer. La partita si spegne, con i giallorossi che ci provano ma senza impensierire troppo il portiere-attore Salis, e i gialloblu che sornioni aspettano il momento per affondare il 3-0: è il 25′ e il diagonale che si stampa all’angolino chiude virtualmente la partita, anche se dopo 3 minuti Mureddu ha una buona occasione in area ma non riesce a tenere bassa la palla. I padroni di casa sfruttano gli spazi e vanno vicinissimi al quarto gol in più occasioni, trovandolo infine al 39′ con un altro contropiede che non lascia scampo a Lento.

Quattro a zero, quindi, e fine della marcia trionfale, almeno per ora, mentre la Fanum si mantiene sotto di un solo punto dal Posada in attesa del big match di domenica prossima. Perde terreno la Macomerese, sconfitta in casa dalla Montalbo, che si rifa sotto insieme all’Abbasanta scavalcando l’Atletico Cabras superato dall’Ichnos a Nuoro. In coda vedono l’uscita dalla zona playout proprio i nuoresi, che si avvicinano a un Ovodda nuovamente in crisi sconfitto in casa dall’Arborea. Pari tra Bosa e Santa Giusta, ennesima sconfitta per la Lulese, mentre perde anche la Corrasi sul campo del Monterra.

Nel prossimo turno Sertinu vedrà in scena il Macomer contro il Santa Giusta. E’ l’occasione per rilanciarsi subito. FORZA MACOMER!!!!