Macomer – Abbasanta 3 – 1

Macomer: Lento, Moro, Manca, Biancu (11’pt Caria), Morittu, Demartis, Muscau, Mureddu, Arbau (32’st Uras), Scanu, Santoru (18’st Puggioni). A disposizione: Pinna, Guiso, Chelo, Barria. Allenatore: Lello Atzori.

Abbasanta: Muntoni, Putzolu, Fulghesu, Salis (24’st Mele), Costella, Cadoni (40’st Floris), Porcu (33’st Corda), Puddu M., Puddu R., Carta, Maknoun. A disposizione: Attene. Allenatore: Farina.

Reti: 15′ e 41’pt Scanu, 30’pt Maknoun (A), 35’st Puggioni.

Recupero: 2’pt, 5’st.

Arbitro: Melis di Ozieri.

Il Macomer non si ferma più. Ennesimo risultato pieno contro una ‘grande’ del campionato, ottava vittoria nelle ultime 10 partite e una vetta della classifica che dista solo 3 lunghezze. I giallorossi, insieme all’Atletico Cabras, sono ormai la sorpresa della stagione.

Eppure la partita di oggi si era messa tutt’altro che in discesa per i ragazzi di Atzori, con i rossoneri che, soprattutto con M. Puddu, hanno più volte spaventato dalle parti di Lento, come al 14′ quando è proprio il numero 8 ospite ad avviare la prima occasione conquistando un rinvio sbagliato e aprendo per Maknoun che, però, colpisce male di esterno. Sul rinvio di Lento arriva il vantaggio del Macomer: palla che scavalca i centrali, Scanu si infila e batte Muntoni in uscita con un pallonetto di testa. Non ci stanno, però, gli ospiti, che premono per il pari e lo ottengono al 30′ quando ancora Puddu colpisce di testa a due passi da Lento, la respinta del numero 1 va sui piedi di Maknoun che è lesto a gonfiare la rete. Dopo 5 minuti i rossoneri sfiorano addirittura il vantaggio, ancora con Puddu, lanciato dal suo omonimo ex-Cagliari, che supera Lento con un pallonetto ma trova la respinta in extremis di Demartis. Dal possibile vantaggio al 2 – 1 per i giallorossi: giornataccia per le difese, ma stavolta è quella ospite a rinviare male lasciando che Arbau controlli e serve a Scanu un pallone che il capitano dal limite dell’area spedisce all’angolino basso dove Muntoni non può arrivare. Vantaggio con il quale si chiude un primo tempo combattuto per quanto poco spettacolare, con l’Abbasanta che è sembrato più bravo nel gioco e decisamente ancora in partita.

La ripresa si apre, invece, con Santoru che ruba palla – ancora su un rinvio mal calibrato – e allunga per Scanu un pallone appena troppo lungo che diventa preda di Muntoni. Gli ospiti si risvegliano al 17′ quando Roberto Puddu scatta sul filo del fuorigioco, rientra, finta il passaggio e conclude di poco fuori. Gli stessi omonimi confezionano due minuti dopo un’azione in velocità che non sorprende, però, Lento. I giallorossi ci riprovano al 23′ quando Morittu prova due volte a superare Muntoni, ma né la testa né il piede dello stopper ingannano il numero uno rossonero.

La risposta dell’Abbasanta è nella punizione tesa di Carta che al 25′ crea solo scompiglio nell’area giallorossa; il Macomer resiste e al 30′ con Muscau apre la difesa ospite, il numero 7 vede il neo-entrato Puggioni che dalla destra conclude due volte, trovando prima la respinta della difesa e poi quella di Muntoni su un pallone destinato all’incrocio. Per l’ala giallorossa solo le prove tecniche della rete, che arriva al 35′ quando Scanu, in contropiede, si libera con un sombrero dell’avversario, si accentra e apre ancora per Puggioni che stavolta colpisce basso e angolato, senza lasciare scampo al portiere ospite. E’ la rete che chiude il match, perché l’Abbasanta va vicino ad accorciare le distanze solo a tempo quasi scaduto con i colpi di testa di Maknoun e Puddu che non impressionano Lento.

Immagine

Un’altra vittoria, quindi, che porta il Macomer a meno tre dalla vetta, occupata di nuovo dalla Fanum che batte la Corrasi e approfitta dei pareggi di Macomerese e Posada con Monterra e Atletico Cabras. Proprio i gialloneri vengono raggiunti al terzo posto dal Macomer, mentre si ferma la Montalbo che perde a Nuoro e aspetta il recupero della gara di Santu Lussurgiu per provare a riagganciare almeno il secondo posto. Sugli altri campi, il Bosa passeggia a Lula, mentre l’Ovodda vince a Santa Giusta e inguaia proprio gli oristanesi, raggiunti dall’Ichnos al quintultimo posto. Non si ferma l’Arborea, che passa a Samugheo e si porta a un punto dall’Abbasanta.

Nel prossimo turno, giornata favorevole solo per la Macomerese, che ospiterà la Lulese, mentre Posada e Fanum saranno di scena, rispettivamente, ad Abbasanta e Arborea. Per noi, partita difficile contro la Corrasi ancora in lotta per la salvezza. A questo punto tutto è concesso… FORZA MACOMER!!!