Macomer – Atletico Cabras 1 a 1

MACOMER: Pinna, Moro, Carta Ag., Morittu, Milano, Chelo (40’st Depau), Casula, Manca, Carta Al. (18’st Palmas), Mureddu, Puggioni.
A disposizione: Lento, Oggianu, Barria, Guiso, Delpiano.
Allenatore: Lello Atzori.

ATLETICO CABRAS: Serra, Ciavarella (40’st Zucca), Careddu, Atzori, Carta, Mele L. (27’st Maccioni), Matta (27’st Sanna A.), Sanna M., Cadoni, Deiola, Manca.
A disposizione: Loi, Mele M., Musu, Puddu.
Allenatore: ignoto.

Arbitro: Dalu di Posada.
Recupero: 0’pt, 3’st.
Note: al 45’st espulso Deiola (AC).

20140921_001

Solo un pareggio nell’esordio stagionale dei giallorossi, di fronte a un Atletico Cabras apparso decisamente meno competitivo rispetto alla passata stagione. Con una difesa ballerina e un attacco piuttosto spuntato, i gialloneri strappano il pari allo Scalarba grazie alla poca concretezza del Macomer sottoporta.
Atzori presenta in campo una formazione rimaneggiata e con tanti esordienti, schierata con un 3-5-2 che vede tra i pali il solito Pinna, Morittu a guidare la difesa affiancato da Agostino Carta e Milano; a centrocampo Moro e il giovane Alessandro Carta sulle fasce, zona centrale presidiata da Casula, Manca e Chelo; in attacco Mureddu in appoggio a Puggioni. Prima partita in giallorosso per gli ex-biancoazzurri Casula e Milano e per Carta; in tribuna il bomber Uras, Luca Perria, Simone Deriu e  Francesco Demartis. Non disponibili Penduzzu e il neo-acquisto Dessì, ex giallonero.
Senza le punte titolari, tocca quindi a Puggioni cercare di sostenere tutto il peso dell’attacco in un ruolo non suo, sostenuto da Mureddu ma anche da un ottimo Chelo e da un buon Alessandro Carta.
La prima palla gol è per Puggioni, che si fa trovare libero nella verticalizzazione di Mureddu, si allarga verso sinistra ma il suo tiro viene respinto in corner dalla difesa ospite al 6′. Gialloneri che si fanno avanti all’11’ con l’iniziativa di Lorenzo Mele, che scende sulla destra e serve Cadoni che calcia malissimo. Il Macomer risponde subito con l’attivissimo Mureddu che recupera un pallone e lascia a Chelo l’apertura per Puggioni, il quale finta sul destro e calcia di sinistro da pochi metri, troppo debole per impensierire Serra. Un brivido corre invece sulla schiena giallorossa quando Matta si invola alle spalle della difesa, non riuscendo per un soffio a raggiungere il pallone che termina sul fondo.
È il 17′ e da quel momento inizia un monologo giallorosso. Al 19′ Alessandro Carta dalla sinistra mette il pallone sulla testa di Mureddu, che fa da sponda per l’inserimento di Chelo, il cui controllo un po’ impreciso consente alla difesa ospite di recuperare. Pochi minuti dopo è ancora Chelo ad avere sui piedi l’occasione del vantaggio dopo la combinazione tra Mureddu e Puggioni, ma Serra si fa trovare pronto; al 35′, invece, dopo la cavalcata in contropiede di Mureddu, Chelo riceve ma calcia alto sopra la traversa.
Negli ultimi 10 minuti della prima frazione c’è ancora tempo per un gran tiro di Mureddu al 37′, che impegna Serra in due tempi, e per la clamorosa occasione al 39′ di Puggioni, lanciato in verticale da Mureddu, che solo di fronte a Serra calcia abbondantemente a lato. Ancora due occasioni, al 41′ e al 43′, sui piedi di Chelo e Puggioni ma senza miglior fortuna.
Si chiude così il primo tempo, con l’incoraggiamento dei (pochissimi) tifosi presenti a un Macomer volenteroso che meriterebbe il vantaggio nonostante le tante assenze. Nella ripresa nessun cambio, ma solo uno schieramento un po’ più offensivo che lascia, però, maggiori spazi per un Atletico che torna in campo più lucido rispetto al primo tempo.
La prima occasione è infatti giallonera, e nasce da un errore a centrocampo di cui Deiola prova ad approfittarne, involandosi per affrontare un Pinna che esce bene e sventa la minaccia. Ancora Deiola mette alla prova il numero 1 giallorosso, stavolta con un tiro potente ma centrale al 12′. Il Macomer si rivede con la conclusione alta di Alessandro Carta al 17′, mentre gli ospiti si rifanno subito pericolosi gettando scompiglio nella difesa giallorossa con un’azione insistita sulla fascia sinistra al 22′.
Atzori inserisce Palmas per Alessandro Carta e il giovane della ‘cantera’ si fa subito notare facendo da buona spalla per Puggioni, al quale serve un buon cross basso sul quale la punta giallorossa tenta una rovesciata precisa ma debole per Serra. Al 37′ arriva l’occasione più clamorosa per gli ospiti, che si lanciano in contropiede con Deiola che apre per Cadoni, il quale consegna a Manca un pallone che sembra solo da spingere dentro e finisce, invece, sopra la traversa. Ma il vantaggio ospite si concretizza pochi minuti dopo: stavolta Manca raccoglie un pallone al limite e di sinistro lo mette all’angolino dove Pinna non può arrivare. La reazione del Macomer, tuttavia, è rabbiosa ed efficace: Palmas scende sulla sinistra, cerca lo spazio per il tiro e non lo trova, decidendo quindi di servire Depau che conclude su Serra; la respinta affannosa dei gialloneri arriva sui piedi di Casula, che non ci pensa due volte e da 20 metri spedisce il pallone all’incrocio. Ottimo l’esordio del centrocampista macomerese, che sancisce almeno il pareggio in una partita in cui la sconfitta sarebbe stata veramente beffarda, e la vittoria il risultato probabilmente più giusto.
Buona, comunque, l’impressione lasciata dai giallorossi, che pur senza molti titolari hanno messo sotto l’avversario. Ma domenica prossima, a Posada, sarà necessario qualcosa di più per espugnare il castello e tornare a casa almeno con un punto.
Sugli altri campi, vittoria roboante del Bosa a Santu Lussurgiu, mentre passano in trasferta anche il Posada a Nuoro, il Fonni a Oristano e la Tharros a La Caletta. Vittoria casalinga per l’Abbasanta sull’Arborea, pari tra Gennargentu e Bittese e Santa Giusta e Ovodda.
FORZA MACOMER!!!!