Macomer – Li Punti 2 – 1: ci siamo anche noi!

MACOMER: Pinna, De Pau (1’st Del Piano), Caria, Morittu, Carta, Pintori, Bitti (36’st Sedda), Marras (47’st Falchi), Muscau, Bagedda, Manca. In panchina: Oggianu, Vinci, Lobino, Murgia. Allenatore: Giampiero Giuliani.

LI PUNTI: Manca, Ruda (39’st Asara), Cossa, Cabras (12’st Orune), Zaccheddu(25’st Solinas), Serra, Cosso, Contini, Sanna, Rubinu, Marrosu. In panchina: Gentile, Porcheddu, Pintus, Pedoni. Allenatore: Cosimo Salis.

Reti: 13’pt Sanna (LP), 40’pt Muscau, 14’st Bagedda.

Arbitro: Stefano Siddi di Cagliari.

Recupero: 2’pt, 4’st.

Con i primi gol stagionali arriva anche la prima vittoria del campionato del Macomer, che grazie a due lampi di Muscau e Bagedda supera un Li Punti che, soprattutto nel primo tempo, sembrava addirittura una squadra di ben altra categoria. Due traverse, un gol e tanto bel gioco per i biancoblu sassaresi, che si spengono però nella ripresa e non riescono nella contro-rimonta che avrebbe portato un meritato pareggio. Il Macomer, dal canto suo, raccoglie quanto di buono aveva seminato nelle ultime due partite e si porta fuori dalla zona retrocessione, per quanto questo possa significare alla 5° giornata di campionato.

Giuliani sceglie ancora Muscau a fare la torre, o il falso nueve, in avanti con Bitti e Bagedda. A centrocampo Marras, Pintori e Manca, che sarà però spostato sulla sinistra bassa nel secondo tempo con l’uscita di Matteo De Pau, oggi non molto a suo agio nel ruolo di terzino destro.

Al fischio d’inizio di Siddi i giallorossi si rendono subito pericolosi, prima con Bagedda e poi con Muscau, ma gli ospiti ci mettono davvero poco a carburare e al minuto 8′ sono già a ridosso della porta, con Contini che dalla sinistra ne supera ben 3 prima di mancare il momento giusto per il gol. Rete che arriva 5 minuti dopo quando Sanna approfitta di un’indecisione nel rinvio della difesa giallorossa per trovare l’angolo giusto tra Pinna e il palo. I biancoblu prendono completamente possesso del campo con un gioco velocissimo e sempre efficace: al 22′ Marrosu tira di poco a lato, al 28′ Sanna colpisce la traversa dopo un contropiede fulminante, al 33′ Contini sbaglia di poco la conclusione da due passi, e infine al 38′ è Zaccheddu a far tremare ancora la traversa con una botta da 20 metri sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il Macomer sembra perduto, catturato nella ragnatela elegante delle manovre ospiti, e allora ci pensa Muscau a inventarsi il pari: il 9 giallorosso controlla in contropiede, supera di forza due avversari e supera Sanna con un mezzo pallonetto che gonfia la prima rete dell’anno. Nel finale c’è tempo sia per la reazione ospite, con Marrosu che da ottima posizione spara altissimo, che per un possibile clamoroso raddoppio locale, con Morittu che controlla il cross di Bagedda ma tira a fil di palo.

Nella ripresa, come detto, un De Pau apparso in difficoltà lascia il posto a Del Piano, che si piazzerà sulla fascia destra mettendo spesso in difficoltà la difesa ospite, che crolla già al 14′ quando Bagedda conclude l’azione insistita del Macomer con un destro che toglie tutte le ragnatele possibili e porta inaspettatamente in vantaggio i giallorossi. Increduli i pochi tifosi sassaresi mentre Bagedda si prende gli applausi meritati del suo nuovo pubblico e tutti si chiedono cosa si inventerà il destino per rovinare la festa al Macomer. Il vento sembra invece girare a favore dei padroni di casa, che la sfangano in diverse occasioni, anche se i sassaresi sono meno brillanti del primo tempo, e devono come al solito ringraziare i riflessi di Pinna che nega a Sanna la doppietta a colpo sicuro. Nel finale c’è anche tempo per sfiorare il terzo gol, buono per il morale più che per la vittoria che arriva, per fortuna, dopo i 4 interminabili minuti di recupero concessi dall’appannato arbitro Siddi.

Tre punti che servivano davvero come l’ossigeno, visto che domenica prossima il Macomer è atteso a Berchidda in casa della seconda forza del campionato.