Macomer – Burgos 4 – 0

MACOMER: Pinna, Sedda (45’st Fadda), Chelo, Marras, Carta, Vinci, Bitti (18’st Del Piano), Pintori, Muscau, Bagedda, Murgia (40’st Depau). In panchina: Oggianu, Manca, Palmas, Morittu. Allenatore: Giuliani.

BURGOS: Piras Ro., Piras Ra., Satta (74′ Siri E.), Filia, Lostia (77′ Ruiu), Barca, Gaias, Boni, Sanna (62′ Campus), Gaia, Canu F.M. In panchina: Nuvoli, Canu A., Siri R., Nieddu. Allenatore: Fressura.

Reti: 45′ e 89′ Muscau, 84′ Marras, 92′ Pintori.

Arbitro: Federico Isu di Cagliari.

Recupero: 1’pt, 4’st.

In una partita abbastanza scialba il Macomer si prende i tre punti vendicando, contro il malcapitato Burgos, la sorte subita nella disfatta subita domenica scorsa a San Giovanni di Sassari. Quattro reti, tre delle quali segnate negli ultimi cinque minuti, sono tuttavia un passivo troppo pesante per un Burgos capace di rendersi pericoloso più volte, ma senza trovare la fiammata giusta per battere Pinna. Di fronte ai biancorossi goceanini, un Macomer poco brillante ha saputo però capitalizzare le poche occasioni costruite e la grande prestazione di Murgia, che pur senza segnare ha tenuto costantemente sulle spine la difesa ospite, e si conferma come qualcosa di più che un semplice fuori quota.

Assenti Caria e Morittu, Giuliani mantiene la difesa a 4 con Carta e Vinci centrali e Sedda e Chelo adattati sulle fasce; centrocampo ormai consolidato con Bagedda e Bitti sulle ali e Marras-Pintori coppia centrale. In attacco, Muscau e il già citato ottimo Murgia. Tra le fila ospiti due ex giallorossi, Barca e Campus.

Primo tempo decisamente avido di emozioni con gli ospiti che sembrano più decisi ma senza impensierire eccessivamente Pinna. È giallorossa, invece, la prima occasione interessante della gara, che arriva al 32′ quando prima Bagedda apre troppo l’angolo della conclusione a due passi da Piras, poi Murgia, servito da Muscau che aveva recuperato il pallone, colpisce in corsa di poco fuori. La risposta del Burgos è nel bel tiro da fuori di Satta, potente ma facile per Pinna. Il vantaggio arriva poco prima del duplice fischio: Sedda recupera un pallone sulla destra, lo perde, lo riprende con la forza e da centrocampo vede e serve Muscau in area. Il ritrovato bomber giallorosso controlla, evita un avversario portandosi la palla sul destro e mette il pallone all’angolino basso.

Il gol cambia decisamente gli animi della partita, in particolare quelli degli ospiti che, nonostante le pochissime occasioni da rete, fino a quel momento avevano comunque mostrato più voglia di vincere.

Avida in apertura come il primo tempo, la ripresa si accende intorno al 26′, quando Boni va via sulla detra e dal fondo mette in mezzo un pericoloso pallone, che Vinci smorza quel tanto che basta per consentire a Pinna di controllarlo. Un minuto dopo è invece proprio Pinna a dover uscire dai pali per sventare una minaccia portata dalla fascia sinistra. Tuttavia, nonostante gli ingressi di Campus e Siri, gli ospiti iniziano a cedere il campo al Macomer, nel quale invece Del Piano aveva preso il posto di Bitti. Al 30′ Murgia si invola in contropiede, entra in area ma viene fermato proprio al momento del tiro. Un minuto dopo Muscau in contropiede vede la corsa centrale di Marras e lo serve, ma all’ultimo istante arriva Campus a mettere in corner sfiorando l’autogol; ancora il regista giallorosso ci prova al 34′ con un bel sinistro parato da Piras. La rete per Marras arriva 5 minuti dopo, quando il numero 4 si accentra superando 3 avversari e colpisce verso Piras: palla deviata e rete gonfiata per il raddoppio rassicurante per i giallorossi. Nel finale il Burgos si getta ovviamente in avanti e i giallorossi ne approfittano per aumentare il vantaggio: al 44′ Muscau controlla il pallone di Bagedda, evita ancora l’avversario e spiazza Piras per il 3 a 0. Tre minuti dopo, a partita praticamente finita, l’esordiente Fadda esce palla al piede dalla difesa e serve Bagedda sulla destra, Muscau scatta sul filo del fuorigioco e si invola verso Piras per poi, all’ultimo, lasciare a Pintori l’onore e la gioia del suo primo, meritato gol in giallorosso dopo tanto sudore speso sul campo.

pintori gol

Al di là della timidezza del gioco espresso, la vittoria serviva come il pane ai giallorossi per mettersi alle spalle la piccola serie negativa delle ultime 2 partite e soprattutto la disfatta subita sul campo del Cus. Proprio gli universitari pareggiano a reti inviolate il derby d’alta classifica con l’Ottava e mantengono il primo posto. I vicini di casa della borgata sassarese restano secondi, ma vengono raggiunti dall’Oschirese che batte il Mesu ‘e Rios e si propone come terzo incomodo. A quattro lunghezze tutto il resto della classifica: in coda, resta ultimo e senza vittorie il Burgos, penultimi gli ozieresi e terzultima la Lanteri che riesce però a fermare sul pari il Berchidda. In zona playout Atletico Bono e Li Punti, affrontatesi oggi con i sassaresi che la spuntano e raggiungono i goceanini al quartultimo posto con 8 punti. In bilico sulla zona salvezza il Pozzomaggiore, che strappa un pari a Ossi e raggiunge 10 punti, e il Thiesi che vince a Osilo e raggiunge il Macomer a 11 punti. Infine, l’Olmedo supera il Codrongianos e si porta al 4° posto solitario.

Superato l’ostacolo Burgos, il Macomer si troverà domenica prossima ospite del Thiesi al Comunale di Binza ‘e S’Ena. Troveremo di fronte una formazione dal passato importante con una tifoseria decisamente accesa. VISCA MACUMERE!