Macomer – Olmedo 1 – 0

In un incontro che di certo non ha brillato per lo spettacolo offerto il Macomer conquista la sua seconda vittoria consecutiva portandosi all’ottavo posto in classifica. Partita decisamente povera di emozioni calcistiche, a meno di non considerare tali (e non ci sarebbe nulla di male) i tantissimi momenti di tensione che hanno caratterizzato i 90 minuti e che l’arbitro, il signor Salis di Cagliari, non è sembrato in grado di gestire al meglio. Ospiti che non meritavano forse la sconfitta, ma che giocano per mezz’ora privi del loro capitano, reo di aver protestato troppo vivacemente, e anche del loro mister Pinna.

Giuliani schiera a sorpresa Muscau accanto a Pintori, Marras e Bagedda nel suo vecchio ruolo di centrocampo, lasciando a Bitti e Murgia il compito di pungere la difesa ospite; in difesa, torna Morittu in coppia con Vinci, fasce affidate ancora a Sedda e Chelo.

I primi 20 minuti vedono una pioggia scrosciante accompagnare i primi timidi affondi degli ospiti in maglia blu, che saggiano la resistenza di Pinna senza spaventarlo. Al 21′ la prima occasione è giallorossa, con la punizione di Marras da 25 metri che Bellinzas blocca in tuffo. Al 35′ Marras scambia con Muscau e si porta sul fondo per cercare l’assist per Murgia, anticipato all’ultimo momento. Due minuti dopo il vantaggio: Vinci lancia lungo in area per Marras che va giù in contrasto con Sanna, Salis indica il dischetto tra lo stupore generale e le vane proteste degli ospiti. Dal dischetto lo stesso Marras spiazza Bellinzas. La rete scuote i blu, che nel finale di tempo vanno vicini due volte al gol con Mele: il numero 7 ospite al 40′ prova uno spiovente da fuori, alto di poco, e al 42′ si trova davanti a Pinna che si salva di piede. Sul corner Leoni svetta ma colpisce alto.

Nella ripresa i due allenatori confermano gli undici iniziali e l’inerzia della partita non cambia granché: al 7′ Pintus cerca l’angolino alla sinistra di Pinna, che in tuffo mette in angolo. Al 12′ risponde il Macomer con Bitti che ruba palla a centrocampo e cambia gioco sulla sinistra per Marras, il quale si spinge fino al limite dell’area e calcia un sinistro alto di poco. Al 16′ il momento forse decisivo della gara: Marras e Leoni combattono per un pallone destinato in fallo laterale, Sanna protesta e Salis tira fuori il secondo cartellino giallo dopo quello estratto per il rigore. Gli ospiti, orfani anche di mister Pinna, anch’egli espulso per proteste pochissimi istanti dopo, si gettano in avanti alla ricerca del pari ma producono solo una buona occasione capitata al 31′, quando Cherchi devia sottoporta ma non trova nessuno pronto al possibile tap-in vincente. Da qui parte la migliore occasione per il raddoppio giallorosso, con Bagedda che si invola sul centrosinistra e si presenta davanti a Bellinzas, provando ma non riuscendo a spiazzarlo. Bravo l’estremo difensore ospite anche al 46′ quando mantiene la lucidità necessaria a non farsi superare dalla conclusione di Marras al termine di un’azione insistita dei giallorossi, che riescono comunque a portare a casa i tre punti tra le proteste – non del tutto ingiustificate – degli ospiti verso l’arbitraggio poco convincente di Salis.

Due partite casalinghe e due vittorie consecutive, quindi, per i ragazzi guidati da Giuliani che ora possono permettersi di sorridere guardando una classifica che li vede all’ottavo posto con 7 punti di vantaggio dalla quartultima posizione, ancora occupata dalla Lanteri che concede in trasferta la prima vittoria alla cenerentola Burgos. I goceanini si portano così a una sola lunghezza dai vicini di casa del Bono, sconfitto al Cus Sassari che non sbaglia il colpo e approfitta del pareggio dell’Ottava a Osilo per portarsi a +3 dai dirimpettai secondi in classifica. Alle loro spalle resta l’Oschirese, vittoriosa a Thiesi, mentre rallenta il Berchidda fermato in casa dal Codrongianos. Al terzultimo posto restano gli ozieresi del Mesu ‘e Rios, sconfitti in casa dall’Ossese, mentre Li Punti lascia la zona retrocessione sconfiggendo e raggiungendo in classifica il Pozzomaggiore.

Classifica simpatica, quindi, per il Macomer, ma resta vietatissimo, ovviamente, sedersi sugli allori: nelle prossime due settimane la trasferta di Ottava e la partita in casa con l’Oschirese saranno due ostacoli che metteranno alla prova la resistenza di questo Macomer non sempre spettacolare ma sicuramente cinico, che sta riuscendo a non sfigurare in un girone difficile come quello sassarese.

VISCA MACUMERE!!!

MACOMER: Pinna, Sedda, Chelo, Muscau, Morittu, Vinci, Bitti (38’st Depau), Pintori, Murgia (17’st Del Piano), Marras, Bagedda. In panchina: Caria, Oggianu, Fadda, Manca, Palmas. Allenatore: Giampiero Giuliani.

OLMEDO: Bellinzas, Leoni, Cingotti (19’st Sancis), Meloni, Simula, Sanna, Mele, Puledda (11’st Carboni), Cherchi, Sanna, Pintus (28’st Usai). In panchina: Ibba, Sannia, Chessa, Grandu. Allenatore: Pinna.

Rete: al 37’pt Marras (rig.).

Arbitro: Federico Salis di Cagliari.

Recupero: 1’pt, 4’st.

Note: al 16’st espulso Sanna per doppia ammonizione.